Da Trinità dei Monti a piazza delle Coppelle

Una passeggiata abbastanza comune, nulla di insolito, lo so. Ma bisogna iniziare dalle basi, no?! E poi, io in 32 anni che passeggio per le stesse strade, ogni volta vedo dei particolari che non avevo notato la volta precedente. La luce che mette in risalto alcuni aspetti non è mai mai la stessa, giuro. Provo ogni volta sensazioni mai uguali e non smetto mai di emozionarmi anche a ripercorrere strade fatte e rifatte.

Partiamo dall’alto. Trinità dei Monti.

collage_monti

Trinità dei Monti

Può essere comodo lasciare la macchina al parking Ludovisi ma se si è fortunati si riesce a parcheggiare anche fuori, in ogni caso è una comoda alternativa.
Siamo di fronte alla chiesa della Santissima Trinità dei Monti, nel rione Campo Marzio, proprio in cima alla strafamosa scalinata. La vista, ad ogni ora del giorno, è davvero magnifica.

monti

Si scende poi la scalinata (135 gradini) e si arriva a Piazza di Spagna, con al centro la fontana della Barcaccia di Bernini. Da qui io preferisco andare verso via Borgognona e non solo per evitare la super sempre caotica via dei Condotti… ma perché tappa quasi sempre irrinunciabile sono i macaron di Ladurée.

laduree

Scontati, lo so, ma io li adoro. Letteralmente. Non mi sono mai accomodata nel locale ma volendo ha anche dei tavoli fuori e credo sia indubbiamente piacevole prendere qualcosa seduti.

laduree_2

Sempre su via Borgognona c’è Ginger Sapori e Salute, uno dei locali più frequentati negli ultimi tempi a Roma, dalla colazione alla cena, con prodotti biologici e menù per vegetariani e vegani. Carino e buono.

Da qui si può attraversare via del Corso e vedere piazza San Lorenzo in Lucina che prende il nome dall’omonima Basilica.

sanlorenzo

Basilica di San Lorenzo in Lucina

A me personalmente piace molto, pur trovandosi su via del Corso non è mai eccessivamente affollata e i palazzi che danno sulla piazza è come se creassero l’atmosfera di una piccola piazza di un paese. Quando al tramonto il cielo è azzurro e rosa sembra una cartolina.

Torniamo poi su via del Corso e giriamo a sinistra a via della Mercede, attraversiamo piazza San Silvestro e ci dirigiamo verso via del Tritone per arrivare a Fontana di Trevi.

sansilvestro

Da quando è stata restaurata è, se possibile, ancor più magnifica. È maestosa. Mi piace andarci di sera, quando le luci dei lampioni giocano con l’acqua della fontana. (Sono di parte lo so, ma io provo sempre un moto di orgoglio nel vedere le persone che lanciano la loro monetina con la speranza di tornare).

fontana

Andiamo verso piazza di Pietra ora. Semplicemente imbocchiamo a destra, spalle a Fontana di Trevi, via delle Muratte che diventa poi via di Pietra. La percorriamo tutta fino ad arrivare al tempio di Adriano, costruito in onore dell’imperatore, divinizzato dopo la sua morte.

pietra

Tempio di Adriano

Qui troviamo un altro posticino in cui fare una sosta, Salotto 42. Stile club, buoni i cocktail e la selezione dei vini. Molto piccolo, quindi nel caso meglio prenotare.

salotto42

Prossima tappa è uno degli edifici che preferisco in tutta Roma, il Pantheon. Fatto costruire dall’imperatore Adriano e dedicato a tutte le divinità. La cupola ha un’apertura circolare (definita oculo) che permette l’illuminazione dell’edificio (curiosità: a quasi due mila anni dalla sua costruzione, la cupola del Pantheon è ancora oggi una delle cupole più grandi di tutto il mondo e la più grande costruita in calcestruzzo non armato).

pantheon_2

Io di solito mi fermo un pò a guardarlo e guardarlo ancora, magari sedendomi sulla fontana di piazza della Rotonda.

pantheon

Da qui si è praticamente giunti a piazza delle Coppelle, attraversando piazza della Rotonda, piazza della Maddalena e svoltando poi a sinistra a via delle Coppelle. Arrivati ci sono due locali che prendono il nome dalla piazza, ovvero Casa Coppelle e Osteria delle Coppelle. Ultimamente ho cenato nel primo, il posto è indubbiamente suggestivo, particolare, a ricordare un salotto di altri tempi. I piatti sono ricercati (forse troppo) e il prezzo è altino, ma la qualità ottima.

coppelle

Al ritorno si può ripercorrere a ritroso il percorso o, come preferisco io, provare a perdersi un pò.

frattina

via Frattina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...